Home
- Sciechimiche.org
- Osservando il Cielo
- Scie di Condensazione
- DOCUMENTAZIONE
- H.A.A.R.P.
- Analisi e Chimica
- Scie Chimiche
- Ipotesi
- Disinformazione
- Iniziative
- Materiale Informativo
- FotoGallery
- VideoGallery
- Non esistono
- Articoli & Pubblicazioni
- Chemtrails.it
- Approfondimenti
- GuestBook
- Links
- Download
- Citazioni
* Libreria Online *
* Ricerca nel Sito *
* Mappa del Sito *
Licenza

 Prima di utilizzare i contenuti di questo sito leggere il disclaimer.

ChemBlog Tag
news
foto & video
iniziative
spazio utenti
materiale informativo
disinformazione
cambiamento climatico
Le ultime foto inviate dagli utenti

Inviateci le vostre foto all'indirizzo:

sciechimichegmail

www.flickr.com

Annunci
scie chimiche

scie chimiche

scie chimiche
Home arrow ChemBlog arrow news arrow Articolo su La Stampa
Articolo su La Stampa Stampa E-mail
17 Dic, 2007 at 09:37 AM

Chemtrails è la parola inglese usata per indicare le scie degli aerei anomale, diverse da quelle normali formate da vapore acqueo e anidride carbonica, dette contrails. Ci sono migliaia di siti che ne parlano. 

Scie chimiche, l'arma dei padroni del clima. 

di Giordano Stabile - La Stampa, 16 dicembre 2007

Scomoda verità o leggenda metropolitana?

071217_

Giulia fa scorrere rapidamente le immagini sul computer portatile. Un susseguirsi di cieli azzurri tagliati a fette dalle strisce degli aerei, quelle che le interessano. Dritte come tracciate con il righello, sfilacciate, intrecciate, a ordire fitte trame sopra le nostre teste. Poi si ferma su un'immagine dal satellite del 27 gennaio 2006. "Il giorno dei 28 gradi in pieno inverno a Torino", ricorda. "Vedi, il fronte nuvoloso è fermo dall'altra parte delle Alpi, sembra disegnato con la squadra. L'Italia è tutta un reticolo di scie. Hanno semplicemente fermato la perturbazione. Per non far piovere. E' pazzesco".

Giulia preferisce che si usi un nome di comodo. E' una ragazza della cintura torinese, ha da poco finito gli studi e cerca un lavoro. Ma la sua principale occupazione da qualche mese è raccogliere materiale per un sito Internet, sciechimiche.org, che ha come scopo metterci al corrente di una scomoda, scomodissima verità. I governi mondiali stanno manomettendo il clima. E lo fanno spargendo pericolose scie chimiche con gli aerei, commerciali e militari. Detta così, è enorme. Non sarà una delle tante bufale che circolano in Rete?

Pillola rossa, Pillola blu
La home page del sito cita un film di culto: "Matrix". L'internauta, come il protagonista Nemo, viene posto davanti a un bivio secco: pillola blu e continuerai a vivere come se niente fosse, senza sapere. Pillola rossa, un amaro risveglio nella realtà. Quella del complotto globale. Sciechimiche.org è nato da un paio d'anni, sull'onda di una fitta informazione carbonara in Rete che ha cominciato a circolare nel 1996 negli Stati Uniti. Un profluvio di siti – basta fare una ricerca con "chemtrails"- dove trovi di tutto, persino quelli che temono il fluoro messo nell'acqua potabile, come il generale pazzo nel "Dottor Stranamore". Ma c'è anche un'imponente documentazione scientifica. E ci sono nomi noti della controinformazione come Michel Chossudovsky. Due sono i cardini del complotto. L'imponente aumento delle scie degli aerei nel cielo, il loro mutare di natura. E la costruzione da parte delle forze armate americane dell'Haarp (High-frequency Active Auroral Research Program) in Alaska, operativo dal 1992. Ma non è detto che l'idea di controllare il clima sia necessariamente legata a un complotto. Il progetto di usare aerei e composti chimici per far piovere a piacimento risale agli anni Quaranta. Nei Sessanta gli israeliani hanno ottenuto discreti risultati con lo ioduro d'argento, sali che agiscono da catalizzatori per le goccioline di vapore acqueo. Con il riscaldamento globale parecchie aziende americane si sono buttate sul "climate engineering", modificare il clima per salvare l'umanità e fare tanti soldi. La Hughes Aircraft Company ha depositato un brevetto (n. 5003186, del 1991) per la riduzione dell'effetto serra con gli "agenti Welsbach" (alluminio, torio, zirconio).

Avvelenamento sospetto
I Sali di bario, invece, sono stati sperimentati in Russia peer bloccare le precipitazioni. Sono un composto idroponico che riduce l'umidità nell'aria. Per i sostenitori del complotto delle scie chimiche è la chiave di tutto. Clifford Carnicom, un programmatore informatico che ha lavorato per varie agenzie federali americane, è stato il primo a lanciare l'allarme. A 38 anni si è ammalato di una rara malattia degenerativa. Le analisi hanno rilevato concentrazioni di bario fuori norma nell'organismo. Carnicom sostiene che è stato avvelenato dai residui lasciati dalle scie chimiche e ha fatto causa al governo. Per Carnicom la presenza di bario giustifica la presenza anomala delle scie. "Una normale scie, formata da vapore acqueo e anidride carbonica – argomenta – dura al massimo qualche minuto, poi si dissolve. Ma le scie che vediamo oggi durano ore, sono lunghe centinaia di chilometri, hanno strani riflessi. Solo la presenza di composti chimici può spiegare queste anomalie. Il problema è che sono tossici, precipitano al suolo, avvelenano i campi, l'acqua, il cibo".
La scienza ufficiale considera tutto ciò una leggenda metropolitana. Le scie di condensazione degli aerei si formano tra gli otto e i dodici chilometri di altezza, a temperature che oscillano tra -40 e -60 e con un'umidità relativa del 60-70 per cento. "In effetti in genere si dissolvono nel giro di qualche minuto – spiega il Colonnello Costante De Simone, dell'Aeronautica militare-. Ma la durata può variare di molto in funzione della temperatura e dell'umidità. Se il jet vola in una zona dell'atmosfera abbastanza fredda e umida si forma una scia persistente". Anche per ore? "E' possibile". E i reticoli, le bande che si incrociano a coprire intere fette di cielo? Il traffico civile segue rotte prestabilite che convergono verso radiofari, dove avvengono quegli incroci.

 

***

L'articolo del quotidiano prosegue menzionando le interrogazioni parlamentari e sulla possibilità di raffreddare il clima terrestre mediante le scie degli aerei.

22gennaio2007_01

Ringraziando il giornalista Giordano Stabile, è nostro premura fare alcune piccole precisazioni.

La foto satellitare menzionata nell'articolo non è del 27 gennaio 2006 bensì del 22 gennaio 2007. In quella settimana a Torino si sono registrati 26 °C,  sono spuntate le prime margherite nei prati e nel cielo si sono formate strane nuvole particolarmente colorate.

Per quanto riguarda il riscaldamento globale, il raffreddamento globale e l'oscuamento globale,  vi rimandiamo ad alcuni link di approfondimento rappresentanti il nostro punto di vista.

 

Approfondimenti:

- Scie di condensazione e scie chimiche
Scie di condensazione
La formazione delle scie di condensazione
Le aerovie
Le scie dai satelliti
Documenti, brevetti e interrogazioni parlamentari
Brevetto "Welsbach"
Scie chimiche

- Controllo climatico
Controllo climatico
http://www.youtube.com/watch?v=5Ml8zP5-OSA
Recentemente (ottobre 2007) il TG2 ha trasmesso un servizio sul cambiamento climatico asserendo testualmente che "25 nazioni stanno studiando progetti di manipolazione climatica" e che "gli Usa pensano di spostare gli uragani bombardandoli con le microonde in modo da far piovere dove serve mentre i cinesi tentano di deviare i flussi delle perturbazioni per evitare che il maltempo si abbatta sulle Olimpiadi di Pechino".

http://newton.corriere.it/Pregresso/2002/02/2002020100016.shtml
http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo306034.shtml
http://www.rainet.it/news/articolonews/0,9217,54106,00.html
http://www.rainet.it/news/articolonews/0,9217,54106,00.html

Un brevetto interessante è "Method of modifying weather" di Peter Cordani sul controllo degli uragani irrorando al loro interno sostanze chimiche con proprietà igroscopiche.

Altro documento importante è "Owing the weather", documento nel quale si parla anche di geoingegneria e nanotecnologia. Una breve introduzione al documento è presente sempre alla pagina "Controllo climatico". Vedere anche questo documento.

Scie chimiche, riscaldamento globale e controllo climatico: http://www.lightwatcher.com/chemtrails/smoking_gun.html

In questa pagina ci sono anche alcuni riferimenti a "Policy Implications of Greenhouse Warming: Mitigation, Adaptation, and the Science Base" (http://www.nap.edu/catalog.php?record_id=1605 ).

 

- Haarp
H.A.A.R.P.  Le informazioni presenti nella prima parte (HAARP, sito, brevetti e costruzione) sono tratte principalmente dal sito ufficiale http://www.haarp.alaska.edu e dai siti linkati in "Brevetti e costruzione". Gli approfondimenti non sono altro che una serie di articoli pubblicati su altri siti che riguardano HAARP, le sue potenzialità e la sua pericolosità. Tutti molto interessanti, in particolare le segnaliamo l'articolo del 2004 di Michel Chossudovsky.

HAARP è il risultato di 12 brevetti di Eastlund (tutte le indicazioni si trovano in "Storia e brevetti"). In particolare "Method and apparatus for altering a region in the earth's atmosphere, ionosphere, and/or magnetosphere" parla di trasmettere radiazione elettromagnetiche nella ionosfera anche con l'uso del bario.

- Controllo climatico per scopi militari, Haarp e scie chimiche
http://www.proliberty.com/observer/20060504.htm
Relazione europea su Haarp. Il parlamento europeo si dimostra preoccupato per l'utilizzo delle risorse militari (in particolare del sistema HAARP) che arrecano danni irreparabili all'ambiente.
Uso di Haarp e scie chimiche

- Raffreddamento e oscuramento globale
Global Dimming
Idee per salvare il pianeta
Global dimming e previsioni future
Il pianeta ha la febbre: raffreddiamolo con le scie degli aerei

- Riscaldamento globale ed effetto serra
Alcuni articoli che confutano la versione ufficiale del global waming
activistteacher.blogspot.com/2007/05/dgr-in-my-article-entitled-global.html
activistteacher.blogspot.com/2007/02/global-warming-truth-or-dare.html
http://www.prisonplanet.com/archives/global_warming/index.htm
www.prisonplanet.com/articles/february2007/050207warmingfacts.htm
http://www.canadafreepress.com/2007/global-warming020507.htm
http://newsbusters.org/node/10773
www.megachip.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=3381
www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=1770&parametro=%20%20politica
http://www.rense.com/general75/0223_inconvenient_gore.pdf
http://www.warwickhughes.com/blog/
http://www.tennesseepolicy.org/main/article.php?article_id=367
www.prisonplanet.com/articles/february2007/130207globalwarming.htm
http://www.scoop.co.nz/stories/SC0704/S00023.htm
http://www.warwickhughes.com/icecore/IceCoreSprg97.pdf
http://www.warwickhughes.com/icecore/zjmar07.pdf
http://www.warwickhughes.com/agri/pastandfuture.pdf
http://www.carnicom.com/gwmodel.htm
http://www.meteo.unina.it/html/modules/sole/mut_clim.htm
http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=1947&parametro=scienze
www.globalresearch.ca/
http://www.galileo2001.it/materiali/documenti/Franco_Battaglia/07_04_07
http://www.galileo2001.it/materiali/documenti/Franco_Battaglia/07_05_05
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1864
http://infowars.net/articles/july2007/170707_b_Letter.htm
http://xoomer.alice.it/sitoaurora/Scienza/globalw.htm
www.knowledgedrivenrevolution.com/Articles/200708/
http://infowars.net/articles/august2007/300807Warming.htm
newsbusters.org//blogs/noel-sheppard/2007/11/07/
www.prisonplanet.com/articles/february2007/050207warmingfacts.htm
http://canadafreepress.com/2007/global-warming020507.htm
www.masternewmedia.org/it/2006/12/15/
www.kattoliko.it/leggendanera
http://www.holmestead.ca/chemtrails/warming.html
http://www.unipv.it/websiep/wp/130.pdf
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=218055
http://www.oneskyfriends.splinder.com/post/13421057
http://www.youtube.com/watch?v=wRQ8aGMdZB8