Home
- Sciechimiche.org
- Osservando il Cielo
- Scie di Condensazione
- DOCUMENTAZIONE
- H.A.A.R.P.
- Analisi e Chimica
- Scie Chimiche
- Ipotesi
- Disinformazione
- Iniziative
- Materiale Informativo
- FotoGallery
- VideoGallery
- Non esistono
- Articoli & Pubblicazioni
- Chemtrails.it
- Approfondimenti
- GuestBook
- Links
- Download
- Citazioni
* Libreria Online *
* Ricerca nel Sito *
* Mappa del Sito *
Licenza

 Prima di utilizzare i contenuti di questo sito leggere il disclaimer.

ChemBlog Tag
news
foto & video
iniziative
spazio utenti
materiale informativo
disinformazione
cambiamento climatico
Le ultime foto inviate dagli utenti

Inviateci le vostre foto all'indirizzo:

sciechimichegmail

www.flickr.com

Annunci
scie chimiche

scie chimiche

scie chimiche
Home arrow ChemBlog arrow news arrow Il Resto del Carlino
Il Resto del Carlino Stampa E-mail
24 Giu, 2008 at 07:22 PM

Su segnalazione di Uzmo sul nostro forum, riportiamo un articolo di oggi pubblicato sulla pagina web de Il Resto del Carlino di Cesena.

 

SULLE SCIE chimiche rillasciate da aerei militari non megli identificati — rilevate con sempre maggiore intensità nel nostro paese ed in particolare in Romagna — il deputato cesenate Sandro Brandolini ha presentato un interrogazione che chiama in causa quattro ministri: Prestigiacomo (Ambiente), Matteoli (Infrastrutture e trasporti), Sacconi (lavoro, salute e politiche sociali) e La Russa (Difesa). Il parlamentare del Partito Democratico domanda quali iniziative il Governo «intenda assumere per informare la popolazione visti i numerosi esposti presentati alle Procure della Repubblica da diversi cittadini, singoli o associati, supportati da una documentazione imponente sul tema, esposti che sono stati, ad oggi, completamente ignorati».
«Dalle denunce emerge — segnala sempre Brandolini in una nota — che da tali scie chimiche derivano conseguenze pericolose per la salute: il Consiglio Nazionale delle Ricerche e alcuni ricercatori indipendenti nel 2005 hanno rilevato, tramite analisi effettuate su campioni di pioggia coincidenti con il rilascio delle scie chimiche e su piante bagnate da questa pioggia, una concentrazione al di sopra della norma di sostanze chimiche come quarzo, ossido di titanio, alluminio, sali di bario, sicuramente pericolose per la salute e, secondo alcune fonti, anche cancerogene. A ciò si aggiunge il fatto che alle numerose interrogazioni parlamentari presentate non sono mai state date risposte chiare, convincenti ed esaustive, e tale silenzio ha rafforzato il convincimento che si tratti di fenomeni da tenere nascosti perché pericolosi. Dalle informazioni che ho raccolto, mi risulta che la questione sia stata posta in diversi stati i in tutto il mondo».

Fonte: ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com - 2008-06-24